Carissimi alunni e gentili genitori,

la situazione, come possiamo tutti facilmente capire, è ancora una volta estremamente difficile. Il numero di contagi è in crescita e dobbiamo fare di nuovo i conti con una realtà amara. Dobbiamo, come è evidente, difenderci e salvaguardare al massimo la salute nostra, dei nostri congiunti e delle persone che sono a noi affidate. Per quanto ci riguarda abbiamo fatto tutto il possibile per salvaguardare la salute dei nostri alunni, dei docenti e del personale. All’interno della scuola tutte le procedure sono seguite con attenzione e scrupolo e i rischi sono ridotti al minimo.Anche noi, come altre scuole, dobbiamo fronteggiare casi di positività. Sappiamo esattamente cosa fare e come farlo, seguendo con estrema precisione quanto stabilito dalle norme vigenti, rispettando contemporaneamente il diritto alla salute, il diritto alla riservatezza e il diritto di privacy. Siamo costantemente in contatto con il Dipartimento di Prevenzione, che ha il compito di suggerire o dettare le regole di comportamento in ogni caso specifico. E noi seguiamo con scrupolo i suggerimenti. Tutti i soggetti che solo lontanamente si possa sospettare siano entrati in contatto con una persona risultata positiva al COVID19 sono tempestivamente informati e viene consigliato loro un percorso di salvaguardia ed eventuale accertamento. In ogni caso l’immediata attivazione della Didattica Digitale Integrata per i soggetti che non possono seguire in presenza garantisce il Diritto allo studio.

Il panico, la mancanza di fiducia, l’eccesso di ansietà non fanno che rendere ancor più complicata questa situazione già difficile. Ciascuno dei nostri utenti è evidentemente libero di attuare le azioni che ritiene più consone: può evitare di frequentare, chiedere di cambiare scuola, ritirarsi nella propria casa. Noi proseguiremo nel nostro percorso, rispettando le leggi e le procedure previste. Chiediamo agli alunni di assumere comportamenti corretti, rispettosi delle regole e di non diffondere notizie non provate. Chiediamo ai genitori di orientare i propri figli al rispetto, alla consapevolezza e alla responsabilità. Chiediamo loro di limitare all’essenziale e all’indispensabile le comunicazioni con la scuola, per permetterci di dedicare tutto il tempo possibile alle complesse e delicate mansioni in cui siamo impegnati. Vi ringrazio per la vostra disponibilità, vi saluto con ogni cordialità e vi auguro ogni bene.

Francesco Scaramuzzi
dirigente scolastico IISS Rosa Luxemburg