Preparons nouspour le future

Posted on by

  Alle attività  di formazione/apprendimento/insegnamento hanno partecipato alunni dei diversi settori di studio  del nostro Istituto, seguiti dalle insegnanti del gruppo di progetto: Prof.sse Iuso Anna, Giannini Cinzia, Dinardo Dorella, Scarati Donatella e Magda Martielli con la collaborazione del Prof. Lamanna, della Prof.ssa Larenza, della Prof.ssa D’Apollonio, della Prof.ssa Ciccarone e della Prof.ssa Costantino. Un ringraziamento va agli insegnanti, ai tecnici e agli studenti di Sala, Accoglienza e Enogastronomia della sede  IPSSEOA di Casamassima, i quali hanno collaborato nell’attività di progetto, coinvolgendo studenti e insegnanti dei Paesi partner, organizzando laboratori inerenti al settore. Le attività di progetto, durante la mobilità in Italia, sono state svolte sul tema “Défis et opportunitiés dans le monde du travail d’aujourd’hui” (Sfide e opportunità nel mondo del lavoro di oggi).  Durante la settimana, studenti e insegnanti dei Paesi partner hanno visitato la nostra  scuola ricevendo il benvenuto da parte del Dirigente Scolastico.  Il primo giorno i partecipanti al progetto hanno presentato con video, PowerPoint i propri Paesi e i loro Istituti,  hanno seguito una conferenza sulle opportunità offerte ai  giovani riguardanti i lavori di oggi e del futuro ed infine hanno partecipato a un workshops sulla Lingua Italiana. Nel pomeriggio studenti e docenti hanno partecipato ad una visita guidata del comune di Acquaviva che si è conclusa con il saluto del Sindaco presso il Palazzo di città. Nei giorni successivi, i partecipanti hanno svolto attività presso la sede distaccata IPSSEOA di Casamassima, cimentandosi in laboratori di Enogastronomia, per poi alla fine degustare quanto preparato. Sempre sul tema del progetto, I partner hanno visitato il centro giovanile  “TABITA’, la casa dei talenti”, ad Acquaviva. Il centro ha messo a disposizione per i nostri ospiti spazi e personale addetto che ha fatto svolgere agli studenti  workshops miranti a far capire loro quali fossero le proprie inclinazioni sia lavorative sia per l’orientamento universitario. Non sono mancate  visite guidate alla scoperta del territorio pugliese, nel  Salento con le città di Otranto e Lecce, poi Alberobello, Polignano, Bari e infine la caratteristica città di Matera in Basilicata. Tutte le attività si sono concluse con scambi di opinioni sul tema della mobilità. In diverse occasioni gli insegnanti si sono riuniti per redigere un resoconto sul lavoro svolto.Ancora una volta il percorso formativo ha contribuito a favorire lo sviluppo delle interazioni fra i diversi partner  partecipanti  e la condivisione di buone prassi a livello Europeo.