IN CAMPO CONTRO IL RAZZISMO

Posted on by

Il Concorso rivolto a tutti gli studenti delle Scuole secondarie di II grado italiane per la realizzazione di un’opera audiovisiva (cortometraggio o spot), volta alla promozione dei valori etici dello sport ed al contrasto di ogni forma di discriminazione in ambito sportivo si propone di stimolare la riflessione, la creatività, le abilità comunicative e tecniche, la capacità di collaborare dei giovani.Oggi lo sport, in particolare il calcio, è palcoscenico di frequenti e spiacevoli episodi quali violenze, insulti, cori e striscioni razzisti. Contro tale fenomeno, occorre ribadire i principi educativi e sociali dello sport: la promozione delle pari opportunità per tutti di potersi esprimere in una sana competizione, la valorizzazione dei talenti, la condivisione, la responsabilità, la cultura del fair play, della lealtà e correttezza sportiva.L’invito dell’UNAR agli studenti è quello di trarre ispirazione dalle parole di Nelson Mandela, simbolo dei diritti umani tra i più riconosciuti di questa epoca, che comprese la grandezza dello sport per volgerla al bene comune e ad una crescita positiva della società.“Lo sport ha il potere di cambiare il mondo. Ha il potere di suscitare emozioni. Ha il potere di unire le persone come poche altre cose al mondo. Parla ai giovani in un linguaggio che capiscono. Lo sport può creare speranza, dove prima c’era solo disperazione. È più potente di qualunque governo nel rompere le barriere razziali. Lo sport ride in faccia ad ogni tipo di discriminazione”.La sfida lanciata ai nostri studenti di 4^ B Liceo Artistico Audiovisivo Multimediale guidati dalla pro.ssa Scarati con la collaborazione della prof.ssa Anna Sirressi ha posizionato i giocatori su una “banale scacchiera” dove  pare che il bianco abbia una maggiore possibilità di vincere rispetto al nero perché convenzionalmente muove per primo, ma tra una mossa e l’altra, al termine della partita, al di là del risultato, tutte le pedine tornano nella loro scatola a prescindere dal risultato, dal colore o dallo stato sociale.Gli esperti lo chiamano il “vantaggio del tratto”, ma i nostri studenti hanno dimostrato che sia tutto molto relativo tale che la Commissione interministeriale incaricata li ha decretati vincitori posizionandoli sul gradino più alto del podio, 2000 euro l’importo assegnato come premio alla scuola che sarà utilizzato in iniziative ed attività per potenziare l’offerta formativa del nostro istituto.Gruppo, gioco di squadra, ruoli, collaborazione, riflessione, abilità comunicative e tecniche, e tanta creatività questa è la nostra fantastica 4^B Liceo Artistico Audiovisivo Multimediale.